Blog

Prima pagina

La macchina del pane

Macchina del PaneLa macchina del pane è un elettrodomestico in continua evoluzione, le grandi aziende produttrici, infatti, hanno scoperto solo da pochi anni questo business così florido e rigoglioso. Proprio per una richiesta di mercato così alta, il numero di macchine del pane che sono nate negli ultimi anni si è moltiplicato in maniera esponenziale. Ovviamente, per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, è necessario conoscere le sue funzioni, caratteristiche e i modelli disponibili in commercio. La capienza è uno dei fattori principali da tenere sott’occhio. Questa varia a seconda dei componenti familiare, più persone ci sono in famiglia e più pane avremo bisogno di realizzare, per cui la capienza dovrà essere di volta in volta maggiore. Funzioni accessorie come timer e programmazione possono essere utili, invece, se si vuol preparare il tutto la sera prima, ad esempio, e sfornare del buon pane caldo al mattino per fare colazione. Infine, c’è da decidere la forma e la tipologia di pane da sfornare più adatto ai gusti personali. Il prezzo di una macchina del pane non è eccessivo, si aggira attorno ai 100 euro, variabile a seconda del numero di funzioni annesse.

La macchina per pasta

A differenza della macchina del pane, la macchina per pasta è disponibile in commercio in due grandi categorie, quella manuale e quella elettrica. Ovviamente, la differenza più grande tra le due, è che la prima richiede “olio di gomito” per funzionare, mentre la seconda, essendo alimentata da un motore elettrico, lascia fare tutto all’apparecchio, chiedendo all’utente di inserire soltanto gli ingredienti. Altra grossa differenza tra la macchina per pane elettrica e quella manuale, è il fatto che quest’ultima abbia un prezzo molto più accessibile rispetto alla prima, che si aggira attorno ai 30 euro e che varia in base ai materiali utilizzati per la sua costruzione (consigliabili sempre quelle in acciaio inox, più pesanti, ma anche più durature). Quelle elettriche, invece, possono arrivare anche a 100 euro e più per i modelli professionali. Qui la grande differenza la possono fare il kit di accessori, che può più o meno ampliare la gamma di operatività di una macchina per pasta.

Come scegliere un’impastatrice planetaria

Sono numerosi gli aspetti da prendere in considerazione quando si decide di acquistare una nuova impastatrice planetaria. Tra questi ricordiamo: peso, dimensioni, qualità dei materiali, assemblaggio e marca. Uno degli aspetti più importanti da prendere in considerazione è la sua forza/potenza. Più è potente l’impastatrice planetaria e meglio e più velocemente sarà svolto il lavoro. La potenza di questa macchina viene espressa in Watt e non dovrà mai essere al di sotto dei 1000 watt per un lavoro soddisfacente. Oltre a tutto ciò, è bene considerare anche la capienza dell’impastatrice, che per una famiglia di 2/3 persone può andare a pennello una capienza da 500 gr, altrimenti deve aumentare. Infine, ci sono da considerare anche gli accessori. Per impastare ci sono diverse fruste, il gancio ‘K’ e quello ad ‘A’. Ma a volte è necessario anche il famoso gancio ad ‘uncino’ che consente di mescolare gli impasti più duri. Mentre i modelli professionali, sono dotati anche di fruste a filo, per realizzare ottimi dolci.